La Baciaja di Cercenasco

ImageNon esistono documenti ufficiali attestanti quando, dove e come, è nata la Baciaja; i meno giovani sostengono che questo fragrante dolce abbia avuto origine dalla fantasia di una perpetua, la quale, nei giorni precedenti la Pasqua, ultimata la preparazione delle ostie per le funzioni religiose, arricchendo il medesimo impasto con altri ingredienti (zucchero, cioccolato, grasso, ecc.), ottenne un nuovo preparato. Con l'uso dei ferri (lo strumento per la cottura delle ostie), seguendo il metodo
ferro-fuoco, la perpetua ottenne un'ostia particolare, croccante e dal dolce sapore: ecco nata la Baciaja!Non di rado le Baciaje vengono denominate "Canestrelli", termine derivante dal dialetto genovese o più probabilmente dal fatto che questi dociu sono di norma sistemati, subito dopo la cottura, in canestri di vimini. La Baciaja è un dolce particolare, che nasconde un amore per le cose semplici di una volta. Forse non tutti sanno infatti che dietro gli ingredienti alla base della ricetta, la tradizione vuole che le famiglie preparino l'impasto delle Baciaje la sera prima della cottura.
ImageDopo la cena si libera il tavolo e si comincia il lungo lavoro manuale che via via vede prendere forma all'impasto, che dovrà riposare tutta la notte. La cottura di norma viene fatta nei cortili con l'utilizzo di un fuoco vivo, ma controllato per non far "bruciare" i dolci. Prima della cottura occorre preparare le "palline" di impasto che saranno interposte in mezzo alle piastre del "ferro". Il tempo di cottura varia a seconda del fuoco ed è quindi lasciato all'esperienza di chi si occupa di movimentare il ferro e controllare la fiamma. Ogni anno a Cercenasco, l'ultima domenica di giugno, si svolge la "Sagra dla Baciaja", occasione per vedere e scoprire il processo produttivo del dolce . L'evento è in genere accompagnato da momenti di sfida tra i quattro rionidel paese: S. Rocco, Sant'Anna, San Bernardino e San Firmino, da sfilate unite a rappresentazioni di vita contadina e dalla presenza del "cunt Cianus" e di "madama Baciaja".