COMUNE DI VILLAFRANCA PIEMONTE


Stemma del Comune di VillafrancaAbitanti: 4813 (al 31/12/2004)
Superficie: 51,01 kmq
Altitudine: 253 mt s.l.m.
Centralino: 011.9807107
Festa patronale: Angeli custodi
Linee autobus: Saluzzo-Torino gestita da Saeg
http://www.comune.villfrancapiemonte.to.it



Comune di Villafranca Piemonte
Veduta del centro - Ingrandisci la foto


Cenni storici

Villafranca Piemonte sorge nel bel mezzo della pianura, ai piedi delle valli alpine del Pinerolese, delimitata dai fiumi Po e Pellice.
È stata accertata la presenza di insediamenti antecedenti al 1228 in quanto il borgo di Soave ebbe origini celtiche, mentre San Giovanni e Murisengo ebbero origini liguri. Il nome è collegato alla speciale condizione giuridica di cui godettero i fondatori: il paese è nato infatti come "Villanova franca" esente quindi da legami e tributi feudali. Il borgo venne edificato in un distretto che spettava ai conti Savoia ed entrò quindi nel dominio del conte Tommaso I che lo tramandò ai figli. Nel 1251 il territorio venne ufficialmente dichiarato castrum cioè piazzaforte militare destinata a vigilare sul Po.
Nel 1290 fu costruito un ponte per collegare Villafranca a Moretta, in seguito sostituito da un traghetto di barche da utilizzare in caso di innondazioni o guerre. Questo servizio fu gravato dal pagamento di pedaggio.
Il paese ebbe un periodo molto travagliato: testimone di lotte dei Savoia con altri pretendenti e tremende carestie ed epidemie di peste che provarono duramente la popolazione.
Nel 1384 Villafranca venne data al Principe Aimone di Savoia-Villafranca che concesse alla comunità gli Statuti.
Tra la fine del XV e l'inizio del XVI secolo Villafranca fu coinvolta nella guerra della "Lega Santa" composta da Spagna, Inghilterra, Austria, Svizzera e Stato pontificio contro la Francia di Luigi XII e Francesco I. I Francesi, una volta conquistato il territorio, donarono Villafranca al torinese Giovanni Bellone come ricompensa, ma in virtù della pace del 1559 il borgo fu restituito al duca di Savoia Emanuele Filiberto.
A partire dal XIX secolo, il borgo ebbe un forte impulso abitativo dovuto all'insediamento di numerose aziende agricole che sfruttarono la fertilità e la ricchezza d'acqua della pianura villafranchese. Nel 1884 venne costruito il ponte sul Po, con tre arcate ad opera dell'ingegnere Adolfo Billia.
Nel 1934 il paese subì una modifica del nome in Villafranca Sabauda per distinguerla da Villafranca d'Asti, ma con la caduta della monarchia riprese il suo nome originario.



Prodotti artigianali

Varie le realtà artigianali che vanno dalle lavorazioni alimentari a quelle del legno e del ferro. Si i serramenti in legno, i cancelli in ferro battuto e la costruzione di attrezzi agricoli.
Le specialità gastronomiche sono imperniate sul pesce d'acqua dolce. Segnaliamo la più rara e raffinata: la lampreda, non tralasciando però i vari piatti tradizionali a base di carne bovina e suina, i salumi vari, i panettoni, i formaggi.


Natura / Tempo libero
Parco del Po: su di un'area di circa 0,5 ettari, a monte del Ponte sul fiume, poco distante dalla provinciale per Moretta, si estende un vasto impianto di essenze autoctone che costituisce un importante intervento di riqualificazione ambientale, collocato nell'ambito del tratto cuneese del Parco Fluviale del Po. La zona offre interessanti opportunità per la realizzazione di visite didattiche finalizzate alla conoscenza degli alberi tipici dell'antica pianura planiziale e delle zone riparali.

Attività sul PoIl Po, il fiume più grande d'Italia, risorsa ittica del passato, ora risorsa irrigua per le colture di mais, a volte catastrofe incombente per gli azzardi dell'uomo, in passato è stato anche una via del sale, quella che da Marsiglia, attraverso "Buco di Viso", portava il prezioso minerale fino in pianura. L'Associazione Amici del Po promuove molte iniziative atte a far conoscere il fiume: sport fluviali ecologicamente compatibili, attività culturali e didattiche, manifestazioni e gite sul Po. Inoltre, grazie a spiagge ed aree attrezzate sulle rive del fiume, è possibile fare una sosta ad ammirare la natura consumando una merenda.





Area attrezzata Area Attrezzata sul Po: insediata lungo la sponda destra del fiume, di fronte all'impianto del Parco, si trova un'area attrezzata che funge da punto di riferimento, di accoglienza e di ristoro per le escursioni in canoa, in kajak e sulle caratteristiche barche a punta, organizzate dall'Associazione "Amici del Po".








Porto sul Po: il porto sul Po tra Villafranca e Moretta ha sicuramente una lunga storia. La prima notizia ufficiale della sua esistenza si ha in un documento datato 1197. Nei secoli successivi vennero poi costruiti ponti in legno, che, puntualmente distrutti in occasione di guerre o inondazioni, venivano sostituiti dai traghetti. Il traghetto era formato da due imbarcazioni affiancate, sulle quali veniva fissata una piattaforma destinata ad ospitare due piccole casette: una adibita a magazzino e l'altra ad abitazione, quella del "portoné", l'antica e tipica figura legata al funzionamento del porto e dedita alle operazioni di attraversamento del fiume.
Oggi, a poche decine di metri dall'Area Attrezzata, l'impegno e la tenacia di un gruppo di villafranchesi animati da una forte passione per le tradizioni locali, ha curato la ricostruzione dell'antico traghetto sul fiume. L'impianto, perfettamente funzionante, viene gestito dai volontari che si offrono di accompagnare le scolaresche e i visitatori che intendono rivivere le atmosfere del passato, attraverso un singolare "passaggio" sul fiume.


Manifestazioni ricorrenti
Domenica 15 maggio 2005, "IN 500 SULLE RIVE DEL PO"
Raduno di 500 e 600 organizzato in collaborazione con il "Fiat Club 500", coordinamento di Saluzzo.

Sabato 28 Maggio "Villafranca in maglia rosa": passaggio dell'88° Giro d'Italia (tappa Savigliano-Sestriere)

Sabato 4 e Domenica 5 giugno 2005, "UN PO PER TUTTI"
Manifestazione organizzata dal Parco del Po Cuneese e grande festa per celebrare il 25° anniversario della fondazione dell'Associazione "Amici del Po".

Dal 10 al 14 giugno 2005, FESTA FRAZIONE SAN MICHELE

Sabato 18 giugno 2005, TAVOLATA CON GRANDE GRIGLIATA
Per le vie di Villafranca una grande tavolata per festeggiare l'inizio dell'estate.

Venerdì 24 giugno 2005, FESTA FRAZIONE SAN GIOVANNI

Sabato 02 luglio 2005, SUL PO LUCI, RECITAZIONE E MUSICA

Dal 15 al 19 luglio 2005, FESTA FRAZIONE MOTTURA

SETTEMBRE VILLAFRANCHESE e SAGRA DEI PESCATORI
Festeggiamenti lunghi un mese intero ed appuntamenti di grande successo quali il Palio dei Borghi, Pizza in Piazza, Città d'Arte a Porte Aperte, un raduno di Bande Musicali, la Rievocazione Storica e la Fiera Zootecnica Bovina.

Dicembre 2005, "VILLAFRANCA IL PAESE DEI PRESEPI" e "FIERA DEGLI ANTICHI SAPORI VILLAFRANCHESI"

Manifestazioni sul Po a cura dell'Associazione "Gli amici del Po" http://www.amicidelpo.net/


Aziende

A.Esse.Pi. Carni srl di Albertengo (salumi)
Aimaretti (salumificio)
Barberis (salumi)
Bertolotto Legno (serramenti, infissi in legno)
Bonifanti (panettone e colomba), http://www.bonifanti.com/ - spaccio aperto al pubblico in periodo natalizio e pasquale.
Campra (marmi)
Caseificio Uberti Foppa
La Bottega delle Delizie (pasticceria)
Quaglia Vittorio Srl (formaggi)
Sartoria Donatella Gallo (hanno ottenuto il riconoscimento di "Eccellenza Artigiana")
Seag, http://www.buscompany.it/
 


Associazioni ricreative/culturali

- Amici del Po, Via San Sebastiano, 28 - http://www.amicidelpo.net/
- Amici della Biblioteca



Per saperne di più...

A cura di Giuseppe Reinaldi "Gli Statuti della Comunità di Villafranca (1384) - Ed. a cura della Biblioteca di Villafranca Piemonte
AA.VV. "Pittura a Villafranca Piemonte attraverso i secoli" - Gribaudo Editore
Stefano Grande "Gli 800 anni della storia di Villafranca Piemonte" - Gribaudo Editore
Padre Giuseppe Borla "Memorie storiche di Chiesa e Convento di S. Stefano in Villafranca Piemonte" - Ed. a cura di Pietro Sandrino